S. ZANOBI

Firenze - Cattedrale - 26

Note agiografiche

S. Zanobo o Zenobio visse tra il IV e V secolo. Creato diacono da papa Damaso 366 384 fu inviato in missione a Costantinopoli e al suo ritorno venne nominato vescovo di Firenze, città nella quale è venerato tra i santi patroni. La sua fortuna nel culto è dovuta alla fama dei suoi poteri di taumaturgo e di esorcista. Egli è infatti spesso raffigurato nell’atto di resuscitare un morto come nel miracolo del fanciullo investito da un carro di buoi. Una leggenda racconta che durante i suoi funerali un albero secco appena sfiorato dalla bara si ricoprì all’improvviso di germogli. La sua iconografia è quella del santo vescovo. In quanto santo protettore di Firenze può avere come attributo un modellino del duomo dove si conservano le sue reliquie o il giglio di Firenze.