S. NAZARO e S. CELSO

Bellano – Chiesa Parrocchiale - 1

 

Note agiografiche

Per le comuni vicende i due santi sono ricordati assieme.
San Nazaro nacque a Roma (35 d.C). Il padre era un magistrato di fede pagana mentre la madre, Santa Perpetua, aveva ricevuto il battesimo dallo stesso San Pietro.
Giunto alla giovinezza Nazaro scelse la religione materna e venne a sua volta battezzato da San Lino successore di San Pietro. Fu dunque avviato a predicare il Vangelo presso famiglie e compagni conosciuti a Roma, ma, costretto ad abbandonare la città per non essere oggetto di persecuzione, per dieci anni percorse l’Italia fino ad arrivare a Milano.
Per la sua attività di evangelizzazione venne arrestato e condannato all'esilio. Dopo aver peregrinato nella Gallie, giunse a Ginevra ove una donna, da lui convertita, gli affidò il suo unico figlio Celso come discepolo e compagno nell'apostolato. Raggiunta Treviri, i due santi i furono arrestati dal prefetto che li rimandò a Roma dove San Nazaro fu condannato ad essere affogato.con Celso. Portati in alto mare e gettati fuori bordo, due santi miracolosamente presero a camminare sulle acque mentre la nave rischiava l'affondamento. I soldati, impauriti, si raccomandarono a San Nazaro, il mare si calmò subito e la nave fu trasportata a Genova. Successivamente a Milano, durante una fiera persecuzione contro i cristiani , Nazaro fece visita a San Gervasio e San Protaso incarcerati traendo l’incoraggiamento a continuare la sua missione. Nuovamente denunciati, arrestati e, condotti davanti al prefetto Anolino, vennero condannati a morte per decapitazione.
Il ritrovamento del corpo di S. Nazaro da parte di S. Ambrogio è narrato dallo stesso segretario di S. Ambrogio, Paolino, nella biografia del santo. Il corpo di San Nazaro fu trasportato nella Basilica dei Santi Apostoli, che poi prese il nome di Santi Apostoli e San Nazaro Maggiore, mentre il corpo di San Celso non fu ritrovato. In quel luogo fu costruita la chiesa di San Nazaro in Campo.