S. MARTINO (Santo e Storie di)

Aosta – Cattedrale – 15
Assisi – C. S. Francesco – Basilica Inf. - 4
Morbegno - Santuario della B. V. Assunta e S. Lorenzo -  3
Pianello Lario - Chiesa parrocchiale -  1

 

Note agiografiche

(Salaria 316 c. – Candes 397). Santo. Fonte primaria è la Vita Martini redatta da Sulpicio Severo, primo esempio di testo agiografico in latino. Avviato dal padre alla carriera militare, Martino ad Amiens ove era di guarnigione ricevette il battesimo. Partecipò nel 354 alla campagna sul Reno al seguito dell’imperatore Costanzo. Ottenuto il congedo si trasferì a Poitiers ove venne ordinato sacerdote. Inviato dal vescovo Ilario a Ligugè vi creò un monastero. Eletto vescovo di Tours fu impegnato nella evangelizzazione delle popolazioni. Fondò anche il monastero di Marmoutier che fu il primo cenobio in terra francese. Episodio leggendario che ebbe grande fortuna presso gli artisti la donazione di una metà del suo mantello ad un povero seminudo da lui casualmente incontrato. Tale atto caritatevole avrebbe miracolosamente mitigato i rigori del clima dando origine alla cosiddetta "estate di S. Martino".