S. MARTA

Milano - Museo Bagatti Valsecchi - 1

Note agiografiche

Marta [in aramaico padrona] Nel Nuovo Testamento Marta è nominata assieme ai fratelli Lazzaro e Maria. Il primo episodio ricordato riguarda la accoglienza tributata a Gesù durante la sua visita ai fratelli nella loro casa in Betania. Mentre Marta si affaccendava nei preparativi, la sorella Maria prestava ascolto alle parole del Maestro. Lamentandosi Marta del fatto che Maria non l’aiutava, Gesù la rimproverò di dedicarsi a cose inutili mentre Maria disse "aveva scelto la parte migliore" . Così le due sorelle vennero a simboleggiare la Vita attiva e la Vita contemplativa. L’altro episodio riguarda la morte di Lazzaro: Marta all’udire che Gesù stava arrivando gli corse incontro piangendo e lamentando: "Signore se tu fossi stato qui mio fratello non sarebbe morto" Gesù si commosse al dolore straziante della donna e resuscitò il fratello

(Nuovo Testamento - Luca 10 38-41, Giovanni 11 1-44)

Secondo una tradizione leggendaria comparsa nel sec. XII, i tre fratelli nonostante fossero stati dagli infedeli fatti salire su di una imbarcazione senza vele né remi abbandonata poi alla deriva, , miracolosamente riuscirono ad approdare a Marsiglia. Quivi Santa Marta evangelizzò la Provenza compiendo numerosi miracoli tra i quali la liberazione dal mostro Tarasca di una cittadina da allora chiamata Tarascona.