S. GIROLAMO

Arezzo – C. SS. Annunziata – 1, 6
Assisi – C. S. Francesco – Museo – 4, 8
Pavia - Certosa chiesa - 10
Torino – Museo Civico - 25
Venezia – C. SS. Giovanni e Paolo - 1

 

Note agiografiche

Dottore della Chiesa. Nato in Dalmazia nel 347 circa da nobile famiglia cristiana, studiò a Roma e viaggiò moltissimo intrecciando rapporti con studiosi e teologi. Nel 382 G. revisionò la traduzione latina della Bibbia per volere di papa Damaso. Morì a Betlemme dopo anni di vita ascetica ed una frenetica attività di scrittore che fa di G. il più grande erudita cristiano. L’iconografia lo vuole sia vestito di porpora nel suo studio fra i libri, sia nelle vesti lacere dell’anacoreta. Attributi sono il leone (incontrato nel derserto), un libro, il teschio, una pietra (per percuotersi il petto).