S. GIOVANNI DAMASCENO (Storie di)

schedapiena.gif (145 byte) Milano - Duomo -  5
schedapiena.gif (145 byte) Londra (UK) - Victoria and Albert Museum - 1

Note agiografiche

Santo, padre della chiesa di lingua greca. Damasco (675 c. – Gerusalemme 750 c.) Nato da una eminente famiglia arabo –cristiana. Sotto gli arabi svolse importanti incarichi amministrativi . Ma preferì ben presto scelse di ritirarsi nel monastero di S. Saba presso Gerusalemme retto da anacoreti. Partecipò attivamente alla lotta iconoclasta e pubblicò tre Discorsi per le immagini sacre a favore del culto delle immagini. Secondo la tradizione, peraltro leggendaria, sotto l’imperatore Leone III l’Isaurico per una falsa denuncia venne condannato al supplizio del taglio della mano che miracolosamente riebbe per l’ intercessione della Vergine. Ordinato sacerdote (726) si dedicò all’insegnamento e alla predicazione. Ultimo rappresentante della Patristica greca, raccolse e pubblicò la precedente letteratura teologica. Opera sua basilare i Sacri paralleli.