S. GIACOMO MAGGIORE (Santo e Storie di)

Aosta – Cattedrale – 11
Bologna - Basilica di S. Petronio - 1
Grosio - Chiesa di S. Giorgio -  2
Milano - Duomo -  26
Perugia – C. S. Domenico -  1
Torino – Museo Civico - 15

Note agiografiche

Apostolo e santo. Figlio di Zebedeo e di Salome e fratello dell’apostolo Giovanni Evangelista. Per il suo temperamento impetuoso ebbe da Gesù il soprannome di Boanerge (figlio del tuono). Assieme al fratello e a Pietro fu tra i discepoli prediletti da Gesù ed assistette alla sua trasfigurazione ed agonia nell’orto di Getzemani. Fu il primo degli apostoli a subire il martirio e nel 44, per ordine di Erode Agrippa I, venne decapitato.Le memorie apocrife di Abdia narrano che egli svolse la sua attività apostolica in Giudea e in Samaria. Gli episodi più significativi sono la conversione di Fileto, la disputa con il mago Ermogene. la sua condanna alla decapitazione.Condannato dal sommo sacerdote Abjadar. Subì il martirio della decapitazione. Sulla base della leggendaria tradizione spagnola secondo cui il suo corpo sarebbe stato trasportato nel santuario a lui dedicato di Santiago de Compostela questo divenne sin dal sec. X meta di pellegrinaggi da tutta l’Europa.