GIACOBBE  (storie di)

Milano – Duomo - 39, 53, 67
Pisa – Cattedrale – 11

 

Note agiografiche

Terzo dei patriarchi ebrei figlio di Isacco e di Rebecca. Fratello gemello di Esał ma secondogenito per nascita, sposņ due sorelle (Rachele e Lia) ed ebbe dodici figli: Ruben, Giuseppe, Beniamino, Levi, Giuda, Issacar, Zebulon, Dan, Neftali, Gad, Aser; i quali divennero progenitori delle dodici tribł di Israele.
La storia di Giacobbe e dei suoi figli č tra quelle narrativamente pił ricche; i fatti salienti sono: la predilezione della madre Rebecca, l’acquisizione della primogenitura carpita a padre Isacco con il consenso del fratello Esał in cambio di un piatto di lenticchie; il viaggio a Paddan- Aram per sfuggire alle ire del fratello; la visione notturna della scala celeste; la sua permanenza ventennale presso Labano divenuto suo suocero in quanto ne aveva sposato le due figlie Lia e Rachele; la sua fuga dal suocero con le mogli i figli e le greggi; la lotta notturna con l’angelo al guado del fiume Jabbok e la conseguente imposizione da parte di Dio del nuovo nome di Israele [colui che lotta con Dio]; la riconciliazione con il fratello Esał; le vicende del figlio Giuseppe venduto dai fratelli; il suo viaggio in Egitto e l’incontro con il faraone; l’adozione dei due figli di Giuseppe, Efraim e Manasse.

Antico Testamento Libro della Genesi 25-30