DAVIDE (storie di)

Milano – Duomo – 45, 68, 75, 98
Milano – Duomo Museo 20
Venezia – C. SS Giovanni e Paolo – 1

 

Note agiografiche

Re di Israele (1004 - 961 a .C ) Appartenente alla tribù di Giuda, figlio di Isai o Jesse. Dopo aver vissuto per un certo periodo come pastore a pascolare il gregge paterno, divenne scudiero alla corte del primo re di Israele, Saul. Le sue doti di intelligenza e di coraggio nelle imprese belliche lo resero caro a Saul che gli diede in sposa la figlia Michol. Impresa memorabile oggetto di molte raffigurazioni artistiche il suo combattimento vittorioso con il gigante Golia rappresentante dell’esercito dei Filistei. Le numerose sfolgoranti vittorie che gli procurarono una enorme popolarità, suscitarono anche la dissennata gelosia del re Saul ormai deciso ad eliminare il giovane rivale. Ma il figlio di Saul Gionata, legato al cognato da una profonda amicizia, sottrasse Davide alle ire del re e lo aiutò a fuggire nel deserto del sud come un fuorilegge a capo di un gruppo di ribelli con cui compì varie imprese belliche mai ai danni di Saul e del suo popolo. Alla sconfitta e morte di Saul venne eletto re, ma solo dopo varie battaglie riuscì ad estendere la sua sovranità a tutto Israele e all’intera Palestina. Segno della imponente sua opera di stabilizzazione e pacificazione il trasferimento a Gesusalemme dell’Arca dell’Alleanza. Numerosi furono i drammi e le traversie nella vita di Davide: l’eliminazione di Uria e la relazione adulterina con la moglie di costui, la violenza perpetrata dal figlio Ammon contro la sorella Tamar e la conseguente ribellione e vendetta di Assalonne che costrinse Davide a lasciare Gerusalemme, il ritorno dopo la morte violenta del figlio ribelle.

La tradizione biblica del messianismo regio profetizza la nascita dalla stirpe di Davide del Messia [il consacrato], ossia colui che Dio ha fatto re per governare il popolo in suo nome.

Antico Testamento Libro di Samuele I 16-31, II 1-25