CRISTO

Assisi - C. S. Francesco – Basilica Sup. 7
Bologna - Basilica di S. Petronio - 1
Bologna – C. S. Maria della Misericordia - 1
Bologna – Museo Medievale - 2
Firenze - Cattedrale - 30
Firenze - Palazzo Capponi - 1
 Monza - Cattedrale Museo - 1
Pavia - Certosa museo - 1
Pisa – C. S. Francesco- 1
Pisa – C. S. Paolo a Ripa d’Arno –1

 

Note agiografiche

Dal greco Χρίστος che traduce il termine ebraico mashiah ossia "unto". Il termine, nel linguaggio biblico, ha assunto il significato "colui che è stato scelto per una missione con il rito dell'unzione". Nei testi biblici è attestato che l’unzione era parte integrante del cerimoniale di ascesa al trono del re o dell’elezione di un sacerdote.
Durante l'esilio babilonese Ezechiele profetizzò al popolo di Israele, scoraggiato e disperso, l'intervento salvifico del Signore, annunciando un futuro figlio di Davide, il Messia, che l’avrebbe liberato; attesa che sotto il dominio persiano divenne vieppiù avvertita. Pertanto il termine di Cristo assunse la connotazione di " figlio di Davide liberatore del popolo di Israele". In tale accezione nel Nuovo Testamento esso è assunto per designare Gesù; dice l'angelo annunciando ai pastori la nascita di Gesù: "Oggi vi è nato nella città di Davide un salvatore che è il Cristo Signore".