CAINO (storie di)

Milano - Duomo - 48
Pisa – Cattedrale - 5, 7, 9

 

Note agiografiche

Primo figlio di Adamo ed Eva e fratello di Abele. Caino nella Bibbia viene indicato come il capostipite degli agricoltori mentre il fratello Abele, pastore di greggi, è considerato capostipite delle popolazioni dedite alla pastorizia. Tali ruoli lavorativi sono simboleggiati dalle offerte al Signore fatte dai due fratelli: i frutti del suolo presentati da Abele, i primogeniti del suo gregge donati da Caino. Le offerte di Abele vennero dal Signore gradite contrariamente a quelle di Caino che restò profondamente irritato di tale preferenza. Allora il Signore lo rimproverò dicendogli: " Perché sei irritato e perché è abbattuto il tuo volto? Se agisci bene non dovrai tenerlo alto?" Ma Caino, reso geloso dalla predilezione accordata da Dio ad Abele, invitò il fratello a recarsi con lui in campagna e lo uccise. Caino, per punizione venne scacciato dal Signore che gli impose un segno perché non venisse ucciso da chiunque lo avesse incontrato; Caino andò ad abitare a Nod ad oriente di Eden; e venne ucciso da Lamech.
Nella teologia del Libro della Genesi il fratricidio di Caino è interpretato come simbolo e spiegazione della radice del peccato di violenza dell’uomo nei confronti del suo simile.
Dalla tradizione cristiana Abele è poi assunto come prefigurazione del sacrificio di Cristo il " buon pastore".

Antico Testamento – Genesi 4