BALAAM (l'asina di)

Milano – Duomo – 40

Note agiografiche

Secondo la narrazione biblica era un indovino pagano residente sulle rive dell’Eufrate. Fu dal re dei Moabiti Balak richiesto di operare malefici a danno degli ebrei che dopo l’esodo dall’Egitto erano penetrati nel suo regno; ma, ispirato da Dio, pronunciò una benedizione sul popolo di Israele. Il suo intervento venne interpretato dagli ebrei come l’attestazione dell’esser essi il popolo eletto.
Nella tradizione popolare e nella iconografia tradizionale l’episodio particolarmente ripreso è il miracolo dell’asina: mentre Balaam era in cammino per recarsi dal re di Moab, un angelo gli sbarrò il cammino; dapprima l’angelo fu riconosciuto solo dall’asina, poi si rivelò anche a Balaam e gli ordinò di eseguire quanto gli avrebbe suggerito. Balaam venne ucciso in uno scontro tra Israeliti e Madianiti.

Antico Testamento Libro dei Numeri 22, 22-35