ABRAMO (storie di)

Milano - Duomo – 50, 52, 54, 58, 92
Pisa – Cattedrale - 8
Pisa – Cattedrale Museo 1

Note agiografiche

ABRAMO

Il primo dei patriarchi ebrei, figlio di Terach e padre di Isacco; il suo nome, secondo la Bibbia datogli da Dio ha il significato simbolico di "padre di molti popoli". La critica moderna data la sua esistenza ai secoli XIX-XVIII a C. una tradizione situa la sua patria in Ur, antichissima città della Mesopotamia meridionale, da cui emigrò con la famiglia recandosi a Carran nell’alta Mesopotamia. Giunto all’età di settantacinque anni, Abramo ricevette l’ordine del Signore di lasciare il paese e la casa paterna dietro la promessa: "Farò di te un grande popolo e ti benedirò. Renderò grande il tuo nome e diventerai una benedizione". L’obbedienza di Abramo rappresenta un modello di fede nelle parole divine. La Bibbia assegna alle peregrinazioni di Abramo una valenza religiosa, anche se non dovettero essere estranee al suo peregrinare motivazioni politico sociali dovute alle frequenti trasmigrazioni di popoli seminomadi. Abramo dunque obbedendo all’ordine del Signore, prese la moglie Sara, il nipote Lot, ed un gruppo di parenti e di tappa in tappa, con un lungo percorso, si diresse verso il deserto del Negheb a sud della Palestina, giungendo al paese di Canaan. I luoghi da lui preferiti furono antichi centri di culto: Sichem ,Ethel, Ebron, Beersheba.
Gli episodi salienti della sua vita lo mostrano come l’uomo della grande fede in Dio e della obbedienza a lui. Tra i più significativi vanni citati l’inseguimento di cinque re vittoriosi per liberare il nipote Lot caduto loro prigioniero; il suo incontro con il sacerdote Melchisedec; la preghiera per salvare i giusti dalla distruzione di Sodoma e Gomorra; l’alleanza con Dio e il segno della circoncisione; la promessa di una numerosa discendenza; ed infine l’episodio più pregnante, l’accettazione di immolare il figlio Isacco.
Abramo è considerato nella tradizione ebraica, musulmana e cristiana come l’uomo della fede e delle promesse e il padre di tutti i credenti. Secondo il Corano Abramo, è il primo grande credente che si oppose al politeismo e progenitore degli arabi. Tra i vari episodi della vita di Abramo privilegiato è quello del sacrificio di Isacco.

Antico Testamento – Genesi 12-25