VENETO - Costozza di Longare
SCHEDA : Collezione da Schio 1
TITOLO : Aquila e dichiarazione dei vetrai Cabrini


UBICAZIONE: Costozza di Longare , Collezione da Schio

DIMENSIONI: non rilevate

PROVENIENZA: Dalla monofora sinistra della c. di S. Giovanni in Monte; i frammenti ora ricomposti in due pannelli ( V anche Costozza collezione Da Schio 2) sono stati disconnessi dalla loro intelaiatura in occasione di uno dei numerosi restauri subiti dalla vetrata originaria Madonna in trono con il Bambino (V Bologna C. di S. Giovanni in Monte 1). Il criterio di eliminazione delle tessere fratturate di difficile ricomposizione appartiene al “restauro storico” ottocentesco; per cui è probabile che l’invasivo intervento alla vetrata bolognese risalga al restauro del 1824.

CRONOLOGIA : 1467

AUTORE/I: Francesco del Cossa (cartone preparatorio - attribuzione) Maestri vetrai Cabrini – esecuzione attestata dalla segnatura CAF [ Cabrini
Fecerunt]-

COMMITTENZA: Gabione Gozzadini, per lascito testamentario.

SOGGETTO/I: frammenti vari tra cui: listelli, parti di bordure, un’aquila (in istato frammentario), l’iscrizione “JACOBUS CHABRINI E DN^US [ Domenicus] 1467

NOTE CRITICHE : L’appartenenza dei frammenti ricontesti nelle due vetrate della coll. Da Schio proposta sulla base delle note documentarie dell’Oretti, incontra la perplessità di alcuni critici tra cui il Salmi che trova troppo precoce la datazione della Madonna di S. Giovanni in Monte, che per il critico presenta ”un tessuto disegnativo tipico di un periodo più avanzato del Cossa, tale da poterne porre la data al 1474 c.”

STATO DI FATTO : In buono stato di conservazione

BIBLIOGRAFIA: V. Bibl. F. del Cossa

REF. FOTOGRAFICHE: Archivio Conte A. da Schio

ESTENSORE: Caterina Pirina (ottobre 2000)