LOMBARDIA - Morbegno
SCHEDA : Santuario della Beata Vergine Assunta e S. Lorenzo 4
TITOLO : Natività di Gesù

UBICAZIONE: Morbegno (Sondrio), Santuario della B.V. Assunta e S. Lorenzo, cappella di S. Anna (a destra)

DIMENSIONI: cm. 82 x 75

PROVENIENZA: coll. originaria

CRONOLOGIA: I decennio sec. XVI (1505-1506)

AUTORE: Domenico Cazzanore da Blevio (documentato)

SOGGETTO/I : Natività di Gesù

NOTE CRITICHE: Conservata ab origine nel Santuario di Morbegno con altre quattro vetrate (v. Morbegno Santuario della Beata Vergine Assunta e S. Lorenzo 1,2,3,5), S. Pietro, S. Martino divide il mantello con il povero (finestre navata), rosone con Teste di cherubini (controfacciata) e Crocefissione (finestra sacrestia). I tre pannelli nelle finestre oblunghe sono installati al centro di vetrate originali a tasselli bianchi ottagonali, incorniciate da una larga fascia ornata da rombi e rosette (quella in esame comprende anche tre mascheroni). Nel cartello retto dall'angelo, in caratteri capitali: "Gloria in eccelxis (sic) deo et". Nella fascia inferiore iscrizione liturgica in caratteri gotici. Il Nava (1980), ravvisando echi foppeschi ed influenze dell'arte svizzera, l'attribuisce seppur dubitativamente a Domenico da Blevio, datandola al primo ventennio del '500. Sulla base di pagamenti (1503-1535) al "Magister Dominichus de le Invedriate de Como", il Leoni (1981) assegna allo stesso artista tutte le vetrate di Morbegno, ad esclusione della Natività di Gesù che non appare riconoscibile nei documenti (v. Morbegno Santuario della Beata Vergine Assunta e S. Lorenzo 1). L'attribuzione della vetrata a Domenico da Blevio, identificabile con il maestro vetraio Domenico Cazzanore subentrato a Guglielmo della Porta nella direzione del cantiere del Duomo di Como (1490), è invece ripresa da chi scrive (Geddo, 1998). La Natività di Gesù risulta infatti stilisticamente e compositivamente omogenea alle altre vetrate della chiesa, e ad essa si può riferire verosimilmente il pagamento effettuato nel 1507 di 136 lire per le vetrate della finestra "verso sero" (cioè verso occidente, dove è infatti collocata la Natività di Gesù) e dell'occhio centrale della cupola (Archivio del Santuario, Liber credentiae, f. VIIIr; Leoni, 1981). Nella finestra parallela di sinistra, "versus Morbegnum" (chiusa tutt'ora da una vetrata con cornice analoga alle altre tre), doveva trovarsi il pannello perduto con S. Lorenzo, citato con precisione nei pagamenti (Ibidem). Come le altre tre, anche la Natività di Gesù doveva essere installata al momento della consacrazione della chiesa riedificata, il 2 agosto 1506. Riferibile anch'essa alla mano di Domenico (tutt'al più aiutato dal padre Giovanni: v. Morbegno Santuario della Beata Vergine Assunta e S. Lorenzo 1), la Natività di Gesù si stacca dal gruppo per un tono più arcaico dovuto probabilmente al reimpiego del quattrocentesco cartone approntato per la Vergine annunciata del Museo di Como databile agli anni 1490-95 c., che si pone tra i vertici dell'opera di Domenico Cazzanore (v. Como Pinacoteca Palazzo Volpi 2). Rispetto a quest'ultima, il vetro in esame si distingue per una condotta pittorica meno curata e un po' più appesantita. Il modello della Vergine adorante di Morbegno sarà ripreso con qualche aggiornamento nella più tardo Presepio della chiesa di Garzeno, uscita dalla bottega di Domenico per opera di un suo stretto collaboratore (v. Garzeno Chiesa parrocchiale 3).
Presentato alla mostra "Dal fulgore delle pagine miniate al colore-luce delle vetrate", Trivulziana, Ven. Fabbrica del Duomo di Milano, C.V.M.A. Italia, Milano, 1988.

STATO DI FATTO: In discrete condizioni, presenta fratture, vari stop-gaps in vetro moderno (manto e cielo) e un frammento mancante. Iscrizione sconnessa e incompleta.
Restauro conservativo: Milano, 1988, Ven. Fabbrica del Duomo di Milano, Direz. Arch. E. Brivio.

BIBLIOGRAFIA: Monti, 1902, p. 236; Monneret de Villard, 1918, v. I, p. 137; Monneret de Villard, 1923, v. IV, p. 88; Bassi, 1912, p. 60; Gnoli Lenzi, 1938, pp. 194-195 (ripr.); Orsini, 1959, p. 139; Gianoli, 1962, p. 40, tav. f. t.; Nava, 1980, pp. 96-98, n. 14d (ripr.); Leoni, 1981, pp. 66, 68, 70-71; Dal fulgore delle pagine..., 1988, pp. n. n. (ropr.); Brivio, 1990, p. 34, fig. 7; Perotti, 1992, pp. 133-134, fig. a p. 128; Geddo, 1998, pp. 161, 169, 172-173, fig. 4.

REF. FOTOGRAFICHE: Archivio CVMA - Italia (Foto Studio Forini)

ESTENSORE: Cristina Geddo (febbraio 2000)