LOMBARDIA - Lodi
SCHEDA : Il Museo Civico Laudense

Museo CivicoIl museo è situato, insieme con la Biblioteca Comunale Laudense, nell’antico convento dei Filippini, adiacente alla chiesa di S. Filippo. L’edificio è stato ripetutamente rimaneggiato e l’attuale ristrutturazione risale al ‘700. Il museo è articolato in quattro sezioni:

La sezione archeologica che raccoglie reperti dell’antica città di Laus, corrispondente alla odierna Lodi vecchia, quali epigrafi, stele, e reperti dell’età del ferro e del età gallo-romana.

La sezione della ceramica che espone molti pregevoli pezzi creati nel ‘700 e nell’800 dalle manifatture dei Ferretti, dei Coppellotti, dei Rossetti e dei Dossena.

La sezione del Risorgimento che raccoglie armi, divise, stampe, e documenti del Risorgimento. Di particolare interesse un grande quadro di Pietro Bignami che rappresenta la battaglia napoleonica al ponte di Lodi.

La Pinacoteca che espone i corali miniati del vescovo Carlo Pallavicino ( XV secolo), opere quattrocentesche ( dei pavesi Della Chiesa e dei lodigiani fratelli Lupi), e cinquecentesche ( i Piazza), nonché una ricca collezione ottocentesca tra cui due dipinti di Francesco Hayez.

La Biblioteca Comunale Laudense attigua al Museo è divisa in due sezioni: moderna ed antica; in questa sezione la sala della Biblioteca dei Filippini è assai ragguardevole sia per il gli affreschi che ornano il soffitto e la scaffalatura settecentesca, sia per la ricchezza e rarità del patrimonio librario: diecimila volumi, tra incunaboli, cinquecentine, manoscritti, volumi miniati, portolani, mappamondi, stampe.