LOMBARDIA - Garzeno
SCHEDA : Chiesa Parrocchiale 1
TITOLO : S. Pietro

UBICAZIONE: Garzeno (Como), chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo, presbiterio (a sinistra)

DIMENSIONI: cm. 80 x 40 c., pannello centinato (misure approssimative)

PROVENIENZA: collocazione originaria

CRONOLOGIA: IX decennio sec. XV (1490-1500 c.)

AUTORE: Ignoto maestro lombardo

SOGGETTO/I : S.Pietro

NOTE CRITICHE: Collocato ab origine nella chiesa di Garzeno, come indica il soggetto del santo titolare, con il corrispondente S. Paolo e il Presepio, databili ad epoca successiva (v. Garzeno - chiesa parrocchiale 2 e 3).

Il Nava (1980), rilevando la notevole arcaicità della figura, riferisce il S. Pietro a un maestro di cultura nordica ancora legato all'arte gotica, e ne fissa l'esecuzione all'ultimo decennio del sec. XV.

Benché la ridipintura del volto ne limiti alquanto la lettura, il vetro, salvo i grafismi del panneggio, non sembra appartenere alla bottega comasca di Guglielmo della Porta, a cui spetta probabilmente il Dio Padre del 1489-90 c. (v. Como - Pinacoteca di Palazzo Volpi 3). La robustezza della figura in scorcio frontale, la posa ieratica e l'insistito decorativismo si direbbero in rapporto con le due pale di S. Ambrogio e S. Siro del Bergognone alla Certosa di Pavia (1490 e 1491) e forse con la Pala Sforzesca di Brera (1494). Si tratta probabilmente di un maestro locale non privo di arcaismi e ingenuità, ma influenzato dalla cultura rinascimentale milanese legata alla corte sforzesca dell'ultimo decennio del Quattrocento.

Presentato alla mostra "Dal fulgore delle pagine miniate al colore-luce delle vetrate", Trivulziana, Ven. Fabbrica del Duomo di Milano, C.V.M.A. Italia, Milano, 1988.

STATO DI FATTO: In discrete condizioni, salvo numerose grossolane ripiombature di sutura e alcuni rimpiazzi in vetro moderno (mano sinistra, frammenti di bordura). Il volto mostra ridipinture ottocentesche a freddo (?). In buone condizioni la damaschinatura a grisaglia del manto rosso.

Restauro conservativo: Milano, 1988, Ven. Fabbrica del Duomo, Direz. Arch. E. Brivio.

BIBLIOGRAFIA: Zecchinelli, 1951, p. 114; Zecchinelli, 1966, p. 66; Nava, 1980, pp. 89-90, n. 9a (ripr.); Rovetta, in Rossi-Rovetta, 1988, pp. 148-149.

REF. FOTOGRAFICHE: Archivio C.V.M.A. Italia, Foto Studio Forini

ESTENSORE: Cristina Geddo (febbraio 2000)