LOMBARDIA Milano - Duomo
SCHEDA: Milano Duomo 3
TITOLO: Vetrata di S. Giovanni Evangelista

UBICAZIONE: Milano, Duomo Fin. sXX

DIMENSIONI: Fin. a 3 lancette concluse da trilobi e rosone, alt. cm. 1570 x 280. Pannelli rett. cm. 115 x 61.

PROVENIENZA: Milano Duomo. Eseguita per una finestra del transetto meridionale, ("Finestram unam versus Curiam Archiepiscopalim") la vetrata che si trovava suddivisa fra le finestre sXIV e sXIII della navata meridionale è stata ricomposta nella finestra sXX durante l'ultimo restauro.

CRONOLOGIA : 1473-1478 (documentata)

AUTORE: Frati Gesuati - Cristoforo de' Mottis (documentato)

COMMITTENZA: Paratico dei Notai

SOGGETTO/I : 1a) Supplizio di S.Giovanni - 1b) S.Giovanni a Patmos - 1c) Funerali di Drusiana - 2a) S.Giovanni incontra Cratone - 2b) Disputa di S.Giovanni con Cratone - 2c) I due giovani distribuiscono le ricchezze ai poveri - 3a) I giovani convertiti si lamentano della povertà - 3b) S.Giovanni conduce i giovani sulla spiaggia - 4a) S.Giovanni risuscita il morto - 4b) Il racconto del morto - 4c) S.Giovanni obbliga i giovani al lavoro - 5a) S.Giovanni guarisce i malati - 5b) S.Giovanni libera gli ossessi - 5c) S.Giovanni scaccia i demoni - 6b) La rovina del tempio di Efeso - 7a) La rivolta del popolo - 7c) La prova del veleno - 8a) S.Giovanni risuscita gli avvelenati - 8b) Il battesimo di Aristodemo (copia di P.Bertini) - 8c) Aristodemo abbatte gli idoli e costruisce la chiesa - 9a) Aristodemo distribuisce l'elemosina - 9b) La conversione del giovane - 9c) S.Giovanni consegna uno dei giovani al vescovo - 10a) S.Giovanni a cavallo insegue i giovani - 10b) S.Giovanni guarisce gli ammalati - 10c) Gesù appare a S.Giovanni - 11a) S.Giovanni fa scavare la fossa - 11b) La morte di S.Giovanni - 11c) Il rapimento di S.Giovanni - 6a) e 6c) Trilobi e pannelli mistilinei ad "opus incertum" - 12a) e 12c) Dottori che discutono (trilobi) - 12b) Trilobo con stemma (opera di P.Bertini).

NOTE CRITICHE : Affidata inizialmente la commissione ai maestri Gesuati (16 novembre 1473), ai quali vanno riferiti i pannelli di ispirazione tardogotica, l'opera fu condotta dal settembre 1475 da C.de' Mottis che la portò a termine nel febbraio 1478. Stilisticamente l'artista presenta chiari riferimenti all'arte del Filarete (2b - 4c - 6b) reinterpretata con caratteristiche espressive proprie influenzate dal clima del rinascimento padano-veneto di un Foppa, Amadeo, Mantegazza e dall'interpretazione che del Cossa e del Turra ne danno i maestri vetrai bolognesi.

Iconograficamente i temi corrispondono alla vita di S.Giovanni Evangelista secondo la Legenda Aurea di Jacopo da Varagine nella versione data dai testi diffusi nella Lombardia del sec. XV di Vincenzo di Beauvais, del Monbrizio e di Pietro de Natalibus. Si annota che i tre miracoli (5a - 5b - 5c) non appartengono alla Legenda Aurea (Pirina).

STATO DI FATTO : Buone condizioni, salvo antichi distacchi di grisaille in alcuni pannelli. Restauri; XVII-XVIII sec. ridipinture e ritocchi di grisaille. 1868 Pompeo Bertini, rifacimento di molti frammenti rotti e mancanti ed integrazione con interi pannelli. 1967 Ven. Fabbrica del Duomo, Direz. E.Brivio; pulitura (spolvero lato interno, impacchi acqua distillata lato esterno), rifacimento quasi totale della piombatura, copie di due pannelli (1b - 3c), rifacimento della grisaille del corpo del risuscitato nel pannello 4b, sostituzione dei telai in ferro con altri in bronzo-marina, rifacimento reti protettive con telaio in bronzo-marina e maglia in filo di rame. Nessuna controvetrata.

BIBLIOGRAFIA: v.Bibl.Duomo n. 3

REF. FOTOGRAFICHE : Fototeca Ven. Fabbrica Duomo.

ESTENSORE: Caterina Pirina (novembre 1999)