La Ca’ de Sass

4.3_1Nell’area a suo tempo occupata dalla chiesa, come prima accennato, sorge attualmente la sede di Intesa – San Paolo (già Cassa di Risparmio delle Provincie Lombarde). Si contano due edifici distinti, il primo dei quali, affacciato sulle vie Monte di Pietà – Romagnosi – Andegari, costruito in stile rinascimentale fiorentino da G. Balzaretto (1869-72) con il bugnato delle facciate interamente realizzato con grandi conci di Ceppo, da cui il soprannome popolare di Ca’ de Sass.

4.3_2Il secondo edificio, progettato da G. Greppi e G. Muzio (1934-42), prospiciente via Verdi e affiancato al primo, presenta facciate rivestite da spesse lastre di Sienite della Balma, un grande portico rivestito di Porfido della valle Camonica e sostenuto da dieci colonne di granito dell’isola di Santo Stefano, nell’arcipelago de La Maddalena (Sardegna Nord-orientale). Altri materiali, molto ben selezionati e lavorati a regola d’arte (marmo di Candoglia, graniti ecc.) sono stati utilizzati negli interni per pavimenti, rivestimenti, scale ecc.