La loggia degli Osii

2.6L’edificio fu costruito nei primi decenni del XIV secolo su commissione di Matteo Visconti, ma l’aspetto odierno è frutto degli interventi progettati e realizzati dagli architetti Borsani e Savoldi nel 1904. Nell’incisione di Dal Re (n°42) questo edificio è indicato come “Portico delle scuole” ove si nota chiaramente il tamponamento dei finestroni ogivali del primo piano.
Le colonne del portico hanno fusti esagonali e basi di Ghiandone e capitelli di marmo di Candoglia, gli archi sono costituiti da conci alternati di marmo di Candoglia e di calcare nero di Varenna, il paramento presenta ancora l’alternanza fra marmo di Candoglia e calcare nero di Varenna. Le statue nelle trifore del secondo ordine, sostituite ai primi del Novecento, sono in pietra d’Oira, una peridotite serpentinizzata estratta da una cava presso il lago d’Orta.