La via Porticata

L’attuale corso di Porta Romana ricalca il tracciato del decumano massimo; nel primo tratto extra-murale, l’imperatore Graziano fece costruire negli ultimi decenni del IV secolo una lunga fila di portici con botteghe (lunghezza totale circa 600 metri, larghezza circa 9 metri). I portici furono costruiti con murature in laterizio e si concludevano con un grande arco a tre fornici, costruito negli ultimi decenni del secolo IV.
La Via Porticata era già stata demolita nel V secolo mentre l’arco era ancora in opera al momento della distruzione della città da parte dell’esercito di Federico Barbarossa (1162).