Il recinto di San Vittore

Nella prima citata area cimiteriale, in corrispondenza della chiesa di San Vittore e del suo monastero, era ubicato un recinto ellittico con otto lati di circa 42/44 metri di lunghezza e con un asse maggiore di circa 132 metri. Del recinto, del tutto ignorato dalle fonti letterarie, restano porzioni di muratura ben visibili nei chiostri del monastero. Le fondazioni sono costituite da un conglomerato di ciottoli equi-dimensionali e malta di calce per uno spessore di circa 2,20 metri, l’alzato si compone di una muratura con nucleo di ciottoli e laterizi tra due paramenti di laterizi per uno spessore di circa 1,80 metri. Uno dei chiostri è rappresentato nell’incisione di dl Re (n°48) con due torrette, scomparse con i bombardamenti aerei del 1943.