Il convento di San Vittore (Museo della Scienza e della Tecnologia)

Il contiguo Monastero, fondato in quest’area intorno al Mille, fu ricostruito nel XVI secolo. Lo stato attuale è frutto di rifacimenti susseguitisi dopo la ricostruzione tardo cinquecentesca e la sua trasformazione in caserma, dopo la soppressione del 1804. I danni inflitti durante il secondo conflitto mondiale furono restaurati da P. Portaluppi per la trasformazione dei fabbricati a sede del Museo della Scienza (1949-53).

7.10La facciata attuale è rivestita da intonaco e presenta una finestra con profili in Grigio del Boden; nel porticato laterale all’ingresso spiccano le colonne binate o riunite in gruppi di quattro in granito rosa di Baveno. I loggiati dei diversi chiostri sono retti da colonne di granito bianco di Montorfano. La facciata del convento visibile nell’incisione di Dal Re (n°46) presenta, invece un portico d’angolo con quattro arcate.