La chiesa di San Calimero

10.13La chiesa, coeva per fondazione alle grandi basiliche prima descritte e ricostruita nel XII secolo, fu completamente rinnovata dal Ricchino. Tuttavia anche l’impianto ricchiniano fu obliterato da un intervento di restauro negli anni ‘80 dell’Ottocento (A. Colla) che comprese anche la ricostruzione della facciata con il protiro e le edicole al coronamento.
La struttura in laterizio è interrotta dai portali in pietra di Saltrio. Il protiro è stato realizzato con elementi squadrati di pietra di Saltrio, ad eccezione dei due fusti di sienite della Balma.